Pasta con noci, limone e coriandolo.

DSC07263

Ricetta vegana e molto gustosa, io la uso per condire la pasta di grano saraceno, semplice, facile e velocissima.

Ingredienti:
40 gr noci
1 gr limone
coriandolo in semi macinati
sale

Procedimento:

Frullate tutte le noci in un mixer, trasferitele in una ciotola, aggiungete il resto degli ingredienti e mescolate per bene. Il vostro pesto originale ed innovativo è già bello che pronto per essere mangiato.

Pasta al pomodoro caramellato.

sugo pomodoro caramellato

Serviva proprio una ricetta sulla pasta al pomodoro? Si, perchè come dice il titolo, questa ricetta prevede una salsa con aggiunta di zucchero che viene caramellato usando una fiamma altissima. Non serviranno quindi verdure e soffritti vari, perchè la salsa sarà già molto saporita.

Scaldate una padella con un filo d’olio a fiamma massima per due minuti almeno (se volete potete imbiondirci un po’ di aglio), versate la passata di pomodoro, aggiungete mezzo cucchiaino di zucchero per ogni persona ed un pizzico o due di sale.

Fate cuocere con la fiamma al massimo per alcuni minuti, fino a quando la salsa si sarà ristretta ed il gioco sarà già fatto.

Un requisito necessario per la buona riuscita di questa preparazione è che lo strato di pomodoro deve essere molto sottile, quindi usate una padella larga.
Purtroppo questa ricetta presenta come unico inconveniente il fatto che una serie di piccoli schizzi costellerà il vostro bel piano di cottura, se non troveremo questi schizzi, vorrà dire che non saremo riusciti nel nostro intento, ma ne varrà la pena perchè otterremo un sapore molto intenso, agrodolce e particolare!

Usatela come condimento per la pasta oppure è ottima anche da disporre sulla pizza, buon appetito!

 

Tagliatelle al cacao con pancetta glassata all’aceto balsamico ed arachidi.

pasta cacao

Questa è un’altra mia invenzione, un piatto originale ed innovativo che unisce l’amaro del cacao con l’agrodolce della pancetta glassata con l’aceto balsamico e con l’aggiunta del croccante delle arachidi che rafforza quello apportato dalla pancetta rosolata.

Preparate la pasta all’uovo impastando 90 gr di farina 8 gr di cacao setacciato ed un uovo oppure in alternativa all’uovo 50 gr di acqua, a fine impasto avrete circa 130 gr di pasta, ma se la farete seccare il peso calerà a 100 (io ho provato a pesare solo l’impasto con acqua).

Qui la ricetta della pasta all’uovo fatta a mano.

Rosolate la pancetta  a cubetti a fiamma altissima per qualche minuto.

DSC06986

Poi a fuoco spento versate un filo d’aceto balsamico di Modena mescolando per fare glassare ogni cubetto di pancetta. Qui l’articolo che spiega come rosolare correttamente la carne: Ricetta carne.

DSC06990

 

Sbucciate qualche arachide fino ad ottenerne 8 grammi e tagliatele al coltello formando un trito grossolano.

DSC06997

Scolate la pasta e conditela con la pancetta glassata e le arachidi tritate, ora siamo pronti per mangiare questo piatto originale, buon appetito!

Ragù vegano di okara di soia e funghi.

DSC06959Per fare questa ricetta ho preso spunto da Pinomerenda del forum http://laconfraternitadellapizza.forumfree.it/, grazie Pino!
Io ho soltanto apportato qualche modifica semplificandola, togliendo il soffritto perchè per me il sapore dell’okara è già troppo dolciastro, quindi a mio parere non c’è necessario bisogno di verdure.

Ingredienti:

l’okara di 100 gr di soia
25 gr di funghi secchi
250 gr passata di pomodoro
salvia, rosmarino e alloro
sale
aglio

 

Procedimento:

Mettete in ammollo i funghi per il tempo che è stato riportato sulla loro confezione e poi scolateli,ma senza buttare l’acqua che useremo dopo per aggiungerla al ragù in cottura, in modo da aumentarne il sapore.

DSC06916

Versiamo il classico filo d’olio sulla padella e soffriggiamoci l’aglio (io ne uso tre o quattro finemente tritati), poi versiamoci l’okara ed i funghi tritati al coltello.
Successivamente l’acqua d’ammollo dei funghi, più altra acqua ed un mazzetto di erbe legate assieme da uno spago in modo che gli aghi del rosmarino non si stacchino.

DSC06928

DSC06931

Versiamo la passata di pomodoro e facciamo cuocere per circa due ore.

DSC06935

Una volta finito io li trasferisco nei sacchetti per freezer facendo porzioni da 140 gr, perchè a mio avviso sono la giusta dose per un etto di pasta.

 

Latte di soia

Ingredienti:
100 gr di fagioli di soia secchi
300 gr acqua
700 gr acqua (seconda dose)

Fare il latte di soia è molto semplice oltre ad essere un prodotto salutare e dal costo molto basso, perchè i fagioli di soia hanno un costo irrisorio ed inoltre possiamo recuperare ciò che rimane dopo averlo filtrato per altre preparazioni, ovvero l’okara.

Procedimento:
Laviamo i fagioli di soia sotto acqua corrente, poi immergiamoli in acqua e lasciamoli in ammollo per 8 ore in frigorifero. Possiamo anche lasciarli in ammollo a temperatura ambiente, ma mettendoli in frigo si riduce la formazioni di odori e sapori poco gradevoli a prodotto finito.

Trascorse le 8 ore scoliamo il liquido e magari facciamo bollire 5 minuti per eliminare gli eventuali microorganismi che si sono sviluppati durante l’ammollo, togliere il sapore troppo intenso di soia . La soia inoltre contiene delle sostanze che rendono difficile la digestione e l’ebollizione ne riduce la loro quantità fino al 5-10 %.

Poi frulliamo i fagioli assieme alla prima dose di acqua, filtriamo attraverso un panno pulito e teniamo da parte il residuo chiamato okara per altre eventuali preparazioni. Aggiungiamo successivamente la seconda aprte di acqua.

Il liquido ottenuto dalla filtrazione è il latte di soia, possiamo ora consumarlo oppure conservarlo in frigorifero.

DSC06830

Crostata al cacao, mou e ganache di cioccolato fondente.

Questa è la ricetta (leggermente modificata) della “torta Giulio di Ernst Knam”, condivisa gentilmente dal blog di Kitchen Brasita che ringrazio anche per il supporto che mi ha dato online (si vi risponde, così potete inondarla di messaggi ora! 😉 ).

Questa torta è caratterizzata da un gusto molto avvolgente e sensuale e da una consistenza morbidissima, non vi pentirete affatto di prepararla ed inoltre sarà anche divertente.

Questi sono gli ingredienti:

Pasta frolla:
200 gr farina
125 gr burro
125 gr zucchero
40 gr cacao
1 uovo
5 gr lievito per dolci in polvere
2 sale
1/2 bacca di vaniglia

Mou:
125 gr zucchero
125 gr panna
100 gr burro
2 gr sale

Ganache:
200 gr cioccolato fondente al 70%
100 gr panna

Procedimento:

Frolla:
Iniziamo ad impastare il burro ammorbidito assieme allo zucchero ed alla vaniglia.
Per evitare che il sale non si sciolga lasciando la sensazione sgradevole del cristallo intero in bocca, versiamolo nell’uovo e sbattiamolo un po’ prima di aggiungerli al resto degli ingredienti.
Setacciamo farina, cacao e lievito assieme e versiamoli nell’impasto.
Terminato l’impasto schiacciamolo tra due fogli di carta da forno e mettiamolo in frigorifero per almeno mezz’ora. In questo modo ci impiegheremo molto meno piuttosto che aver formato la classica forma a palla, perchè essendo più sottile il freddo impiegherà di meno ad arrivare al centro dell’impasto.
Una volta uscita dal frigo reimpastiamola per un po’ in modo da ridarle un po’ di elasticità e stendiamola con il mattarello e poi disponiamola nella tortiera.
Buchiamo per bene con una forchetta e mettiamo un peso sopra, io uso le monete perchè conducono perfettamente il caolre e non ditemi che non è igienico perchè a 100° tutti i germi muoiono e poi non entrano nemmeno a contato con la pasta! 🙂
Cuociamo per 20 minuti a 180°, dei quali 15 con il peso e gli ultimi 5 senza peso per fare asciugare la frolla.

Caramello:
Versiamo tutto lo zucchero in una pentola dai bordi molto alti e facciamolo caramellare a fuoco vivace, muovendo la pentola di tanto in tanto per velocizzare il processo.
Il caramello ha tre colorazioni principali che sono quella chiara, bruna e scura. A noi serve quella intermedia, ma ognuno è libero di scegliere ovviamente.
Scaldiamo la panna e versiamola nel caramello, ora capite perchè vi ho consigliato una pentola dai bordi alti e fate attenzione al vapore, mi raccomando.
Proseguiamo a fuoco basso per cinque minuti mescolado, poi spegnamo ed aggiungiamo il burro.

Ganache:
Questa è la parte più semplice, basta scaldare la panna in una casseruola, poi farci sciolgiere la cioccoalta. Mescoliamo fino a quando non avremo sciolto tutti i pezzetti della cioccoalta.

Prima di fare la ganache, la frolla ed il mou che gli avremo versato sopra devono stare in freezer una notte per poter rassodare. Quindi la ganache fatela pure il giorno dopo.

Cattura2.jpg