Piadina Romagnola con farina tipo 2

La ricetta della farina tipo due è molto semplice ed ovviamente può essere realizzata anche con la farina 00.

In questa ricetta come grasso uso lo strutto, ma voi se volete potete sostituirlo con l’olio d’oliva. Fate attenzione però al fatto che poi dovrete aggiungere meno acquaIngredienti per 12 piadine

800 gr di farina
380 gr di acqua
120 gr di strutto
20 gr di sale
un cucchiaino di bicarbonato di sodio

Procedimento:

Aggiungete la farina nella planetaria assieme all’acqua, tenete un po’ di acqua da parte ed aggiungetela al sale per farlo sciolgiere meglio. Non cadete nella tentazione di aggiungere il sale dentro a tutta la dose di acqua della ricetta, perchè il sale irrigidisce la maglia glutinica e quindi è meglio aggiungerlo verso la fine, assieme allo strutto. Anche se il glutine nelle piadine ci interessa poco è sempre bene ricordare questo concetto.

Una volta che l’impasto si è amalgamato pesatelo, dividetelo per dieci, formate delle palline, avvolgetele nella pellicola e lasciatele riposare per un’ora in modo da poter fare rilassare il glutine, altrimenti sarebbe troppo elastico e non riuscireste a stenderle.

Dopo un’ora infarinate il piano di lavoro ed iniziate la stesura con il mattarello, se volete una forma più regolare, rifinite la vostra piadina con il coltello in modo da darle una forma circolare. Con tutti i ritagli dovreste riuscire ad ottenere altre due piadine, quindi se volete reimpastateli tra di loro, divideteli e lasciateli riposare.

Cuocete a fiamma molto alta per uno o due minuti e conservatele in freezer.