Conserva di pomodoro veloce, pronta in 10 minuti.

Cattura

Per la realizzazione di questa pratica ricetta occorrerà soltanto un forno microonde, un frullatore e pochissimi altri ingredienti.
Grazie al microonde infatti riusciremo a cuocere la conserva in soli dieci minuti, dopodichè non ci resterà che frullarla ed invasarla.
In questa ricetta non ho usato carota e sedano, ma voi se volete potete aggiungerle…basta togliere due terzi di cipolla e non credo ci saranno problemi!

Ingredienti:
650 gr pomodori
10 gr cipolla
5 gr aglio
80 gr concentrato di pomodoro
10 gr sale
150 gr acqua
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Tagliare grossolanamente pomodori, aglio e cipolla.
Versare il tutto in un contenitore adatto (quindi non metallico) assieme al sale, il concentrato di pomodoro, l’acqua e l’olio.
Coprite per bene con della pellicola apposta per la cottura al microonde e cuocete per 10 minuti al massimo della potenza (il mio micro arriva a 850 w).
Durante la cottura la pellicola si gonfierà parecchio, fate attenzione che non vada a toccare la parte superiore del forno. Al massimo sgonfiatela sollevandone un lembo e facendo così fuoriuscire il vapore, badate a non scottarvi perchè il vapore sarà molto caldo.
Trascorsi i dieci minuti aspettate che si raffreddi un po’, poi togliete la pellicola e frullate il tutto insieme all’acqua e l’olio d’oliva.

Risotto al pomodoro, zenzero e mango.

Cucina alternativa

Ecco un’altra ricetta innovativa ed originale, della quale molto probabilmente non
avete mai sentito parlare fin’ora.

Questa ricetta unisce l’aspro del pomodoro che contrasta con il neutro del riso, il piccante non invasivo dello zenzero ed il dolce del mango che a sua volta va a contrastare l’aspro del pomodoro creando un sapore agrodolce, tutto in un solo piatto!

Ma iniziamo subito con gli ingredienti che ci occorrono (dosi per 4):

400 gr di riso vialone nano
20 gr di zenzero fresco
40 gr di mango
800 gr di passata di pomodoro
3 litri di brodo
Grana Padano, sale e burro.

Procedimento:

Per quanto riguarda la cottura vorrei partire dal presupposto che non serve assolutamnte sfumare con il vino bianco come nella ricetta del risotto alla Milanese, perchè il vino bianco serve a dare un sapore acidulo, ma in questo caso c’è già il pomodoro e se ci mettessimo anche il vino sarebbe troppo.

Mettiamo la passata a scaldare in un pentolino assieme al brodo e non alla fine come si fa di solito, per non avere un risotto che sembra quello della mensa scolastica.

Brodo pomodoro

Poi tostiamo il riso in padella con un filo d’olio con fiamma alta, per poterne siglillare i pori ed impedire così la fuoriuscita dell’amido che lo renderebbe troppo incollato. Fate attenzione a mescolare bene ed in continuazione il riso in modo che tutti i chicchi possano essere tostati. I chicchi di riso non devono scurirsi troppo e non devono esplodere, se succede vorrà dire che abbiamo esagerato con la tostatura.

Tostatura risotto

Il soffritto invece deve essere fatto a parte, perchè altrimenti la cipolla non resisterebbe alle alte temperature necessarie alla tostatura. Quindi in un padellino a parte cipolla e zenzero a soffriggere per qualche minuto.

Zenzero

Una volta tostato iniziamo ad aggiungere il brodo che abbiamo unito alla passata, un poco alla volta.

Cottura risotto

Mentre cuoce prepariamo una sorta di purea di mango passandola al coltello più volte sul tagliere ed aggiungiamola verso fine cottura.

Mango

Una volta finito lasciamo mantecare giù dal fuoco per due minuti con un po’ di burro e Grana Padano.

Mantecatura

Cucina alternativa